vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Lezioni frontali al MAMbo

Lezioni frontali per ragazzi delle scuole superiori, nell'ambito della giornate di presentazione del DISI.

Sabato 15 marzo, nella mattinata dalle 9:00 alle 13:00 si terranno nella sala conferenze del MAMbo quattro lezioni rivolte a classi delle scuole superiori accompagnate da docenti e a studenti delle scuole superiori maggiorenni non accompagnati da docenti.

La partecipazione alle lezioni per gli studenti delle scuole superiori maggiorenni non accompagnati è gratuita previa registrazione obbligatoria fino ad esaurimento posti.

Ogni studente maggiorenne può iscriversi a una o piu' lezioni proposte. Per gli studenti interessati, inoltre, sarà possibile fare una visita guidata ai prototipi e manufatti digitali realizzati da docenti del Dipartimento nell'ambito di ricerca che saranno esposti nello spazio del piano terra del MAMbo.

Per informazioni, contattare la Prof.ssa Rebecca Montanari (rebecca.montanari@unibo.it).

Descrizione delle lezioni

Sala Conferenze del MAMbo

Ore 9-10 Pi greco, i lamponi e l'arte di divertirsi costruendo (docente: Renzo Davoli)

Il Raspberry Pi e' un computer completo che costa 30 euro. Si può usare per navigare sul web, per scrivere lettere, per leggere la posta o chiacchierare via facebook. Ma queste sono le cose noiose che si possono fare perfino con Windows! Con il Raspberry PI le idee diventano realtà. Facciamo qualche esempio? Volete accendere/spegnere la luce della vostra stanza col telefonino? Volete create un vostro centralino telefonico o una internet privata con gli amici del quartiere? Cosa dire di un modellino di automobile o carro armato da far girare per la casa come un drone pilotandolo da dietro il vostro portatile o tablet? L'attività di lezione frontale illustrerà "cosa" si può fare con il Raspberry PI e, concetto ben piu' importante, "perchè".

 

Ore 10-11 Robin Hood ha ideato la Video-Chiamata al Telefonino? (docente: Luciano Bononi)

La lezione affronta un'illustrazione ad alto livello e in modalità intuitiva del principio di funzionamento della video-chiamata nei telefoni cellulari, in particolare concentrandosi sulle soluzioni che consentono di sfruttare la comunicazione mediante onde radio, e le tecniche di codifica dei flussi voce e video in bit di informazione digitale (raccontata mediante un parallelo intuitivo con l'esperienza del tiro con l'arco), al fine di realizzare la "magia" secondo la quale in presenza di scenari critici (interferenza e rumore radio sul canale wireless) il video possa essere sacrificato in favore della qualità della voce, garantendo comunque la fruibilità piena della comunicazione vocale. Lo studente comprenderà come avvenga la comunicazione dell'informazione e come l'informazione vocale possa sopravvivere (con priorità diversa) anche tollerando la presenza di problemi di trasmissione e ricezione.

 

Ore 11-12 Pensiero Algoritmico (docente: Ozalp Babaoglu)

In questo intervento si cercherà di motivare forme di pensiero che si dimostreranno utili successivamente per affrontare problemi, non solo di natura informatica, ma anche in molti altri campi. L'obiettivo, il "pensiero algoritmico", è un processo mentale nella formulazione di un problema tale che ammetta una soluzione computazionale. La soluzione può essere eseguita da un essere umano, una macchina calcolatrice, o in generale, da una combinazione delle due. L'analisi dei problemi dal punto di vista algoritmico è alla base della creatività e innovazione necessarie per creare nuove tecnologie e fare la differenza in una società globale."

 

Ore 12-13 RETI e SegRETI. Breve Viaggio Nel Mondo della Sicurezza Informatica (docente: Rebecca Montanari)

La lezione "RETI e SegRETI" ha l'obiettivo di introdurre la disciplina informatica della sicurezza dei sistemi informativi. Ogni fase di vita dell'informazione, dalla comunicazione, alla memorizzazione fino all'elaborazione richiede di garantire la sicurezza del trattamento del dato, ossia ogni attività svolta deve essere quella desiderata e questo anche alla presenza di eventi che potrebbero indurre comportamenti dannosi e/o pericolosi. La lezione si focalizza sull'inquadramento delle proprietà di sicurezza richieste a un sistema informatico (confidenzialità, integrità, disponibilità, autenticità, accesso controllato) in mancanza delle quali un'informazione perde, in tutto o in parte, la sua utilità e sui meccanismi che consentono di fronteggiare attacchi intenzionali atti a minare le proprietà di sicurezza. L'analisi delle proprietà e delle contromisure di sicurezza saranno presentate sfruttando alcuni casi significativi di uso comune di applicazioni informatiche, quali ad esempio social networks (Facebook, ecc..), posta elettronica, acquisto online di file musicali.